Marketing strategico e vendita: gli strumenti dell’imprenditore

Fare impresa oggi è davvero un’impresa? Come è possibile dar vita ad una azienda vincente, sostenibile e fiorente anche dal punto di vista economico? Sono due gli strumenti principali che un imprenditore possiede: il marketing strategico e la vendita.

 

Con il termine marketing strategico si intende il processo attraverso il quale un’impresa determina la strategia competitiva più adatta a conseguire i propri obiettivi di medio-lungo termine. Utilizziamo l’aggettivo “competitivo” non a caso poiché il cuore di questa attività è, come da semplice traduzione del termine inglese, il mercato. Il marketing strategico identifica infatti la strategia per valorizzare sul mercato il vantaggio competitivo che l’impresa ha nei confronti della concorrenza nel soddisfare i bisogni dei consumatori.

 

Il marketing strategico è alla base del marketing operativo: senza il primo il secondo sarebbe una mera esecuzione di attività che porterebbe l’azienda a limitati o nulli benefici. Entrambi i livelli devono essere sinergici ed integrarsi perfettamente e, questo connubio, viene formalizzato nel piano marketing. Quest’ultimo definisce come la strategia di marketing sarà implementata, esplicitando quindi attività, strumenti, tattiche, canali e risorse in termini di tempo e budget disponibile.

 

Sarebbe errato pensare al marketing strategico come ad una tematica che riguarda solo le grandi aziende in quanto, l’adozione di questa filosofia, evita alle aziende di qualsiasi dimensione e settore di procedere per tentativi che, spesso, non producono alcun risultato.

Purtroppo non è raro, soprattutto nelle PMI negli studi professionali, constatare come l’attività di marketing sia ridotta all’implementazione dei soli mezzi di comunicazione (sito web, brochure, pubblicità, social media e via discorrendo). Questi strumenti, però, benché fondamentali, non rappresentano che la punta dell’iceberg del complesso e strutturato processo di analisi tipico del marketing strategico.

 

La soluzione? Quel “famoso” marketing mix decantato da Philip Kotler nella teoria delle 4 P: Product, Pricing, Placement e Promotion.

 

Non esiste business senza vendita

 

Un altro pilastro fondamentale della propria strategia di business, come affermato in precedenza, è sicuramente la vendita.

 

Fissare un obiettivo di vendita all’interno della propria marketing strategy è uno dei compiti previsionali più difficili per l’imprenditore; stabilire obiettivi di vendita troppo alti potrebbe finire con lo scoraggiare lo staff commerciale, mentre stabilire degli obiettivi sottostimati potrebbe non permettere alla propria attività di esprimere tutto il proprio potenziale.

 

Come giungere, allora, a previsioni di vendita consapevoli e attendibili? Con metodi e strumenti di adeguati, come rivela Pietro Polidori, business advisor che il prossimo 4 aprile 2024 sarà relatore di MBCIRCLE nell’ambito dei suoi seminari informativi e formativi gratuiti. Durante l’evento, in programma dalle 9:00 alle 12:00 allo Sporting Club di Monza, Polidori presenterà un modello rodato di pianificazione strategica aziendale e illustrerà nel dettaglio la metodologia per la gestione attiva della forza di vendita. Per prenotare il proprio posto è necessario completare il form qui.

Iscriviti alla Newsletter
×