Esplorando il mercato immobiliare di Monza: quartieri, prezzi e tendenze

Se stai considerando l’acquisto di una casa a Monza, è essenziale conoscere non solo i prezzi medi delle abitazioni, ma anche le tendenze del mercato immobiliare e le preferenze degli acquirenti. Scopriamo insieme quanto costa comprare casa in questa città e quali sono i quartieri più gettonati, le zone più care e quelle più ambite.

 

Prezzi e Tendenze

Secondo l’analisi condotta dall’Ufficio Studi di Tecnocasa, i prezzi degli immobili a Monza variano notevolmente a seconda della zona e delle caratteristiche della proprietà. Dai 4.800 euro al metro quadrato per un appartamento di nuova costruzione nel centro di Monza, ai mille euro al metro quadrato per un immobile usato nelle zone più economiche come il Rondò dei Pini e Sant’Albino. Tuttavia, ci sono anche ville liberty nella zona di “Grazie Vecchie”, vicino al Parco di Monza, che possono raggiungere prezzi medi di due o tre milioni di euro.

Nei quartieri di San Fruttuoso, Rondò dei Pini e San Giuseppe, i prezzi sono stabili e c’è un crescente interesse per le soluzioni in buono stato. Tuttavia, il mercato del nuovo sembra essersi fermato a causa dei costi accessori elevati, come l’IVA. Le zone intorno alla Stazione, come San Carlo e San Biagio, sono le più ambite dagli investitori e da coloro che si trasferiscono da Milano, con prezzi accessibili per bilocali e soluzioni di investimento.

Negli ultimi tempi, c’è un aumento della domanda di immobili efficienti dal punto di vista energetico, che sta portando a un divario di valore tra immobili in classi energetiche diverse. Inoltre, c’è una crescente richiesta di abitazioni con giardino e spazi esterni, al fine di ridurre le spese condominiali e godere di un maggior comfort abitativo.

 

 

Profilo degli acquirenti

Monza è una città attrattiva per le famiglie provenienti da Milano e dall’hinterland, grazie alla sua vivibilità e alla presenza di attività e servizi accessibili a tutti. La maggior parte degli acquirenti è composta da famiglie e coppie che cercano una prima casa, mentre una percentuale minore è interessata agli investimenti immobiliari per affitti. L’età media degli acquirenti è di 43 anni, e la maggioranza non ha bisogno di un mutuo per l’acquisto.

Infatti il mercato immobiliare di Monza sta attraversando un periodo di riflessione, con una diminuzione delle transazioni a causa dell’aumento dei tassi di interesse e delle maggiori difficoltà nell’ottenere mutui e finanziamenti. Tuttavia, si prevede una ripresa degli acquisti e degli investimenti con la diminuzione dei tassi nel futuro prossimo.

 

Un faro di speranza nel paesaggio commerciale

Mentre il settore commerciale si riprende gradualmente dalle sfide imposte dalla pandemia, un settore si distingue per la sua resilienza e crescita: i locali gastronomici. Nonostante le difficoltà, i ristoranti e le attività alimentari stanno vivendo un autentico boom, offrendo una prospettiva positiva nel panorama commerciale.

Anche il settore degli uffici sta vivendo una ripresa, grazie al ritorno delle persone negli ambienti lavorativi in presenza. Tuttavia, si è registrata una riduzione delle superfici richieste, poiché il modello di lavoro misto, tra presenza e smart working, è diventato una realtà consolidata.

I negozi al dettaglio continuano a fare i conti con le conseguenze della pandemia, con il fallimento di numerose attività. Tuttavia, i proprietari stanno cercando soluzioni per sostenere i canoni di locazione, che continuano a registrare aumenti nelle vie commerciali più importanti.

Iscriviti alla Newsletter
×